COME DEFINIRE LA STRATEGIA DI UNA COMMUNITY

Definisci la strategia della tua community e progetta la sua crescita

Una community non si improvvisa.

Almeno se si vuole che cresca e generi impatto.
Ci sono strategie e scelte da intraprendere, e se non lo si fa, ad un certo punto la community rischia di non decollare o di non crescere.

Il nostro corso mira a questo: a fornire la consapevolezza di quali sono gli aspetti da tenere presente e le scelte da affrontare, per lanciare una community e pianificarne la crescita.

EARLY BIRD FINO AL 26/06/22

ISCRIVITI SUBITO!

Il corso è organizzato in 4 moduli principali:

Che cos’è una community e perchè oggi se ne parla tanto

Community è la buzzword del momento. Tutti ne parlano, tutti hanno una community, tutto è community. Eppure intorno a questa parola c’è ancora molta confusione. Molti la usano in maniera impropria e non ne conoscono i reali contorni e le opportunità che effettivamente possono generare. Questo modulo mira a introdurre il concetto di community e a spiegare perchè oggi può essere così importante averne una.

Definire l'obiettivo della community

Qual è il valore che aggrega una community? Perchè una community è tale e non è un pubblico? E come si definisce il valore che tiene insieme una community e che fa sì che poi definisce il senso di appartenenza? In questa parte del corso proveremo a rispondere a queste domande con teoria, best practices e i nostri strumenti.

Definire l'obiettivo di business

Non sempre chi lancia una community sa perchè lo fa.
E’ necessario invece definire subito qual è l’obiettivo che ci si vuole raggiungere con la propria community, perchè ad ogni obiettivo corrispondono scelte progettuali differenti. Questa parte del corso ti guida a comprendere come definire l’obiettivo di business di una community e perchè è importante.

Definire l'apertura della propria community

Il concetto di apertura è importantissimo per definire la strategia di una community. Significa definire chi sta dentro ma anche chi sta fuori dalla propria community. Ragionare su questi aspetti significa lavorare anche sui concetti di identità e di crescita. E’ quello che faremo in questa parte del corso

 

Com'è strutturato il corso

Teoria

Brevi cenni teorici aiuteranno a inquadrare i contenuti e ad avere dei punti di riferimento da dover partire per mettere in pratica quanto appreso.

Casi studio

Numerosi casi studio aiuteranno a esemplificare la teoria e a comprendere come hanno fatto gli altri.

Laboratori

Attraverso i nostri strumenti di design (canvas) creati apposta per far crescere community, metteremo in pratica quanto appreso sul nostro progetto.

Confronto

Confronteremo con gli altri partecipanti i nostri esercizi in modo da riprendere quello che è stato detto e arricchirlo con il pensieri e i progetti degli altri.

A chi è rivolto

  • Manager che vogliono rafforzare le relazioni fra la propria azienda e i clienti, i dipendenti o, in ambito CSR, i territori di riferimento.
  • Organizzazioni non profit che desiderano rafforzare la relazione con e fra i propri soci, con i volontari, con i luoghi in cui operano.
  • Startuppers che pensano di coinvolgere la community intorno al proprio prodotto.
  • Fundraiser che desiderano ingaggiare i donatori delle proprie raccolte fondi.
  • Community manager che desiderano accrescere le loro competenze, confrontarsi sulle loro esperienze, inserire nel proprio lavoro un processo e un metodo riconosciuto.
  • Community leaders che vogliono far crescere la propria community.
  • Cittadini che sentono la necessità di strutturare il proprio gruppo informale.
  • Consulenti e progettisti che desiderano approfondire il tema delle community.

Quando e come si svolge

06/07/22 – 09.00-12.00
07/07/22 – 09.00-11.00
08/07/22 – 09.00-11.00
Il corso si svolge online sulla piattaforma Zoom

I docenti

Marta Mainieri è esperta di community design, di innovazione nei modelli di business a piattaforma e di sharing economy.
Fondatrice di Collaboriamo nel 2013, organizzazione che offre ricerca, consulenza e formazione sul platform & community design, su nuovi modelli di business digitali e su open innovation, ha curato e organizzato Sharitaly (2013-2017), il primo evento in Italia sulla sharing economy. Autrice di Community Economy (Egea, 2020), e di Collaboriamo (Hoepli, 2013), il primo libro pubblicato in Italia sulla sharing economy, collabora con testate giornalistiche sui temi della trasformazione digitale e dell’innovazione sociale. Dal 2017 è nella classifica di Startupitalia tra le 1.000 donne italiane che stanno cambiando il mondo della tecnologia, del business, dell’innovazione.
Profilo linkedin

Elisa Saturno è esperta di metodologie di design applicate ai temi dell’innovazione sociale, della community economy e dell’economia circolare.
Ha insegnato design in diversi istituti, tra cui il Politecnico di Milano e IES Abroad Milano. Dal 2016 si dedica a progetti di attivazione di spazi pubblici e culturali attraverso processi di architettura partecipata e dal 2017 collabora con organizzazioni e studi di architettura europei per sviluppare processi di economia circolare nell’ambito del design e dell’architettura. Dal 2019 insieme a Collaboriamo si occupa di progettazione, formazione e consulenza sui temi dell’economia collaborativa, e in particolare di community economy.
Profilo linkedin

€209,00 + IVA
prezzo intero

€189,00 + IVA
early bird fino al 26/06

€179,00 + IVA
se hai già partecipato
ad almeno 1 nostro corso

€169,00 + IVA
se hai partecipato a 1 nostro corso
solo in early bird

sconto 10%
per iscrizioni in team – min. 3 persone

(in early bird sconto 5%)

€159,00 + IVA
se hai partecipato a 2 nostri corsi
solo in early bird

EARLY BIRD FINO AL 26/06/22

ISCRIVITI SUBITO!